Universitas Studiorum Insubriae Università degli Studi dell'Insubria
Sede di Como
Sede di Como
 
Dipartimento di Scienze
Chimiche, Fisiche e Matematiche

Utilizzo della posta elettronica

staff@fis.unico.it

Introduzione

Dopo un passato di coesistenza tra diversi protocolli per la trasmissione della posta elettronica, con l'affermarsi di Internet ha assunto parte preponderante il protocollo SMTP (Simple Mail Transfer Protocol).

Il processo di distribuzione e lettura della posta elettronica è tuttavia assai complesso, e si divide in tre fasi ben distinte, con verifiche di sicurezza ed autenticazione separate.

Fase 1 - scrittura di un mail - MUA -> MTA

La prima fase nella spedizione di un messaggio di posta elettronica consiste nella stesura del messaggio stesso. Ciò avviene tipicamente tramite un MUA (Mail User Agent) che agisce come cliente SMTP e dialoga con un server SMTP. Tra i MUA piú comuni possiamo elencare:

Una volta completato il messaggio l'utente comunica al proprio MUA il comando send con le modalità proprie del software corrispondente. Tipicamente il MUA contatta un server SMTP, designato come MTA (Mail Transport Agent): un programma di complessità straordinaria (il manuale di sendmail - il MTA piú comune - conta circa 2400 pagine, ed il relativo file di configurazione non necessita di ulteriori commenti) il quale si preoccuperà di recapitare il messaggio alle corrispondenti destinazioni.

In questa fase della comunicazione non è previsto alcun protocollo di autenticazione dell'utente! Questo è il motivo per cui in genere i MTA non permettono connessioni da parte di MUA al di fuori della propria rete locale.

Fase 2 - recapito di un mail - MTA -> MTA/MDA

Il MTA che riceve il messaggio dal MUA si preoccupa immediatamente di verificare l'indirizzo del mittente e quelli dei destinatari.

Tra i MTA piú diffusi:

Vengono accettati i messaggi che sono:

  1. In uscita dalla rete locale
  2. In entrata nella rete locale

Tutti gli altri messaggi (quelli originati e diretti fuori dalla rete locale) vengono respinti per motivi di sicurezza con il messaggio "relaying denied".

Siti con i MTA configurati in modo da permettere il relay indiscriminato della posta elettronica sono spesso ostracizzati dagli altri siti, e talora vengono del tutto esclusi da Internet (black holing, Internet Death Penalty), in quanto possono essere usati come base per la trasmissione indiscriminata di messaggi pubblicitari non richiesti (spam) rendendone difficile o addirittura impossibile l'individuazione del mittente.

Ogni richiesta dell'utenza tesa ad abilitare il relaying della posta elettronica incontrerà quindi un netto e ben motivato rifiuto.

Se il destinatario non si trova sulla rete locale il MTA contatta, tramite il protocollo DNS/MX, il miglior server di posta elettronica relativo alla rete del destinatario, cosí come il MUA aveva fatto con il MTA stesso. Il MTA remoto reinizierà la procedura appena descritta: se, a causa di errori di configurazione, il server remoto non effettua il relay alla rete del destinatario, il messaggio viene in genere perduto.

Se il destinatario si trova sulla rete locale il MTA contatta un agente chiamato MDA (Mail Delivery Agent) e gli trasmette il messaggio da piazzare nella Mailbox IN corrispondente. Tra i MDA piú diffusi:

Anche questa fase non prevede alcuna autenticazione del mittente o del destinatario.

Fase 3 - lettura di un mail - MDA -> MUA

Infine l'utente può recuperare il messaggio di posta elettronica dalla propria Mailbox.

Se tale Mailbox si trova, come nel caso delle nostre macchine UNIX, sul client locale, l'utente può accedere direttamente a tale Mailbox con il proprio MUA, senza altra autenticazione che quella effettuata al login.

Se invece la Mailbox si trova su un server centralizzato, il client dovrà richiederne l'accesso tramite un protocollo di trasmissione quale POP3 (Post Office Protocol) o IMAP (Internet Mail Access Protocol), che, con diversa modalità supportano la lettura tramite server.

Sia POP3 che IMAP richiedono all'utente di autenticarsi mediante una coppia username:password prima di permettere l'accesso alla mailbox.

Come utilizzare la posta elettronica dal proprio ISP
(o comunque dall'esterno della nostra rete locale)

A questo punto dovrebbe risultare chiarissimo come, mentre risulta relativamente facile leggere da casa tramite il proprio ISP la posta elettronica ricevuta sulla nostra rete locale, sia assolutamente impossibile inviare posta elettronica da casa tramite il nostro server, dato che il relay non è abilitato.

Questo tuttavia non costituisce un problema, dato che il vostro ISP fornisce sicuramente un servizio di posta elettronica tramite server SMTP, e il vostro MUA può certamente essere configurato con uno qualunque dei vostri indirizzi di posta elettronica.

E dunque, mentre dovrete di necessità utilizzare il server SMTP del vostro ISP, potrete comodamente ricevere la posta elettronica al vostro indirizzo unico.it senza alcun problema.


Valid HTML 4.0! <address>Apache/2.2.15 (Linux/SUSE) Server at web.fis.unico.it Port 80</address>
This page has been visited (none) times since (none)